Terapie Integrate per ridurre gli effetti collaterali del tumore del seno News ed Eventi

Gli effetti benefici dell’agopuntura e digitopressione nelle pazienti con tumore del seno

La fatigue, (termine inglese che significa astenia, stanchezza) è un sintomo particolarmente rilevante tra gli effetti collaterali riportati dalle pazienti con tumore del seno, sia a causa della patologia tumorale in sé che delle terapie oncologiche a cui la paziente è sottoposta (interventi chirurgici, chemioterapia, radioterapia, ormonoterapia, immunoterapia) e spesso anche dopo la fine di queste ultime, in pazienti libere da malattia.

Da quanto riportato dalle pazienti stesse, che riferiscono assenza di energia e difficoltà nel compiere anche le più semplici attività quotidiane, si evince che la fatigue, soprattutto quando associata a disturbi del sonno, impatta pesantemente sulla qualità della vita.

La ricerca scientifica, per contrastare anche questa tipologia di disturbi, spesso non riportati dalle pazienti oncologiche, si sta dirigendo sempre più verso terapie non farmacologiche di medicina integrata.

Lo dimostra un recente studio pubblicato su Jama Oncology1 che ha coinvolto 270 pazienti che avevano completato i trattamenti oncologici da almeno 12 mesi, che riferivano un livello di fatigue superiore a 4, calcolato con il Brief Fatigue Inventory score (BFI). Le pazienti sono state randomizzate in 3 gruppi di intervento: il primo trattato con agopuntura (n°90 pz), il secondo con digitopressione (n°94 pz) e il terzo con trattamenti convenzionali (n°86 pz).

Lo studio, che ha avuto una durata di 10 settimane, ha dimostrato che le pazienti, nel periodo di intervento hanno significativamente diminuito il senso di fatigue sia nel gruppo trattato con l’agopuntura che in quello trattato con la digitopressione, mentre solo quest’ultima ha avuto effetti significativi sulla qualità del sonno e della vita.

La digitopressione è una tecnica terapeutica manuale che deriva dalla Medicina Tradizionale Cinese che stimola gli stessi punti dell’agopuntura ottenendo un rilassamento della tensione muscolare e una regolazione della circolazione del sangue e viene usata nel trattamento di alcuni effetti collaterali delle terapie oncologiche.

Da questo importante studio, che si aggiunge ai numerosi altri, possiamo concludere che le tecniche oncologiche integrate possono fornire delle soluzioni aggiuntive per il trattamento degli effetti collaterali delle terapie standard. Questo aiuta la paziente a stare bene e quindi ad aderire maggiormente ai protocolli, aumentando la compliance ai trattamenti e a favorire il recupero anche alla fine di queste.

Le terapie complementari dovrebbero essere integrate all’interno del percorso oncologico per prendersi cura delle pazienti migliorandone la qualità della vita, oltre che curare la patologia.

Cristina Rossi
Maria Maddalena Rossi

Servizio di Terapie Integrate
Centro Integrato di Senologia
Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli

1 Suzanna M. Zick et al., (2016). Investigation of 2 Types of Self-administered Acupressure for Persistent Cancer-Related Fatigue in Breast Cancer Survivors A Randomized Clinical Trial. JAMA Oncology